Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
DIMAI Dipartimento di Matematica e Informatica 'Ulisse Dini'

Conferenze

CONFERENZE E ATTIVITA’ DI DISSEMINAZIONE DI STUDI E RICERCHE

Agli studiosi italiani e stranieri invitati a tenere conferenze o seminari, organizzati nell'ambito delle attività didattiche e di ricerca dell'Istituzione, è previsto di corrispondere un compenso e/o eventuale rimborso spese di viaggio e/o di soggiorno.

La proposta da parte del docente che organizza l'iniziativa deve essere presentata in Segreteria Amministrativa con congruo anticipo per permettere l'istruzione della pratica, l’acquisizione dell’autorizzazione da parte del Direttore del Dipartimento nonché l'effettuazione della COAN anticipata.

In ottemperanza alle Linee Guida di Ateneo sui Contratti di lavoro autonomo esercitati nella forma coordinata e continuativa o occasionali, la Richiesta preventiva di conferenza/seminario deve seguire un processo differenziato a seconda che si tratti di incarico (di norma con compenso) oppure di attività di disseminazione di studi e ricerche (con solo rimborso spese), come di seguito illustrato.

PROCEDURA PER ATTIVITA’ DI DISSEMINAZIONE DI STUDI E RICERCHE (SOLO RIMBORSO SPESE)

Nell’ambito delle attività accademiche in particolare nell’allestimento di seminari, conferenze, master, corsi di aggiornamento professionale e di perfezionamento, eventi, è d’uso promuovere inviti di partecipazione di natura didattico-scientifica a personalità, docenti o esperti delle materie trattate al fine della disseminazione dei risultati di studi e ricerche e per tale attività può essere corrisposto il solo rimborso delle spese documentate secondo quanto previsto dal Regolamento di Ateneo in tema di missioni e rimborsi spese.

Per la Richiesta preventiva di attività di disseminazione (con solo rimborso spese) il docente responsabile del progetto dovrà compilare:

  • il Modulo di Richiesta Invito Conferenzieri per attività di disseminazione (modulo sottoscritto dall'assegnatario dei fondi e autorizzato dal Direttore del Dipartimento;

    si ricorda che è necessario inserire anche il codice fiscale acquisito dall’Agenzia delle Entrate


  • al termine della suddetta attività il conferenziere presenterà al Dipartimento la Richiesta di Rimborso delle spese documentate (modulo con indicazione delle modalità di pagamento ed allegando Locandina della conferenza.


Atto di riferimento: Decreto del Direttore Generale n. 155 prot. n. 12614 del 2 febbraio 2015 (decrecto

 

PROCEDURA PER INCARICO PER SEMINARI/CONFERENZE (CON COMPENSO)

 

E' opportuno ricordare che:

  • l'importo massimo del compenso lordo da corrispondere per singola conferenza è di € 300,00 (Delibera C.d.A. del 28/9/2007- Adeguamento compenso conferenzieri);

  • l'attività oggetto del compenso si configura come "lavoro autonomo occasionale" ed è soggetta alla tassazione del 20% (residente Italia) e del 30% (residente Estero). Le spese di viaggio e di permanenza sono assoggettate al medesimo regime fiscale, in quanto si tratta di spese per la produzione del reddito;

  • i cittadini stranieri che vogliono effettuare il pagamento delle ritenute fiscali nel paese di residenza, possono richiedere l'applicazione della convenzione bilaterale fra l'Italia e il paese di residenza, onde evitare la doppia imposizione;

  • per i cittadini stranieri è sempre consigliabile e preferibile (anche se non obbligatoria) l'acquisizione del codice fiscale italiano presso l'Agenzia delle Entrate; nel caso in cui questa operazione per qualche motivo non sia possibile è comunque necessario acquisire una dichiarazione dell'interessato dove lo stesso specifica il codice di identificazione rilasciato dall'Autorità fiscale del paese di residenza o, in mancanza, un codice identificativo rilasciato da una Autorità Amministrativa del paese di residenza.



La procedura da seguire è la seguente:

1°) Il docente deve presentare al Direttore del Dipartimento istanza di incarico per seminari/conferenze (modulo) a cui allegare curriculum vitae del conferenziere; il Direttore conferisce l’incarico direttamente nell’istanza presentata dal docente che dovrà essere firmata anche all’assegnatario dei fondi e verrà poi protocollata in arrivo; l’incarico sarà inoltre pubblicato sul sito web di Ateneo prima dell'inizio dell'attività; ai fini del perfezionamento dell’incarico è inoltre necessaria l’accettazione espressa da parte del conferenziere da effettuarsi su apposito (modulo ) prima dello svolgimento della conferenza (anche il giorno stesso).



2°) Il giorno della conferenza l'incaricato compilerà:

- Modulo (notula) per pagamento conferenze tenute da docenti italiani/stranieri (modulocui occorre allegare la locandina della conferenza.

- Modulistica fiscale e previdenziale (modulo

- N.B. Allegare fotocopie del codice fiscale del conferenziere





Convenzione bilaterale

 

Per poter avvalersi della convenzione ed evitare la doppia imposizione occorre che sussistano i seguenti presupposti:

  • che il soggetto non sia iscritto all'anagrafe dei "residenti" in Italia per un periodo superiore ai 183 giorni (184 per gli anni bisestili);

  • che esista la convenzione internazionale (link)

  • che il soggetto sia iscritto al Registro delle Finanze dello Stato Estero.

 

A tal fine, il soggetto, deve presentare:

  • Il Modello D (modulo),  Modello D vers. Inglese (modulo), Modello D vers. Francese (modulocon attestazione dell’autorità fiscale dello Stato estero (documento comprovante che il soggetto versa i contributi in quel determinato Stato); è possibile prendere visione delle relative istruzioni di compilazione(istruzioni)

  • copia del passaporto.

 

Si ricorda che l'Italia ha stipulato convenzioni internazionali contro le doppie imposizioni con gran parte degli Stati Esteri.

In particolare per i cittadini americani è utile visionare le informazioni riportate nel seguente link: http://www.irs.gov/Individuals/International-Taxpayers/Form-6166---Certification-of-U.S.-Tax-Residency

 

 

 


 
ultimo aggiornamento: 09-Gen-2017
Unifi Home Page

Inizio pagina